Il Principe della risata

Omaggio a Totò in occasione dei 40 anni dalla sua morte
L’hanno imitato un po’ tutti, seguito nella sua mimica facciale, nelle sue espressioni e nei suoi comportamenti macchiettistici ma il Principe della risata rimane sempre e solo lui.
Le sue ultime parole, esattamente quarant’anni fa, oggi, furono per la compagna Franca: “T’aggio voluto bene Franca, proprio assaje“. Ciò però non trovò riscontro nella figlia del comico, poichè secondo la sua versione disse: “Ricordatevi che sono cattolico, apostolico e romano“.
Comunque siano andati i fatti, in una sola parola: indimenticabile.
P.s.
L’idea di questo post commemorativo è da attribuirsi a Lameduck in stretta collaborazione con Mr. Cima. Bravi e complimenti ad entrambi.
A seguire ci siamo uniti noi, partenopei e non, con tanta nostalgia e gli occhi gonfi di lacrime… dal ridere.

technorati tags: ,

7 pensieri riguardo “Il Principe della risata

  1. visto che per postare da te
    si deve contare vien da pensare
    che è la somma che fa il totale 😀

    la cosa piu bella è che a distanza di tanti anni
    dalla sua morte ci sia ancora chi conosce le sue battute
    e la sua mitica poesia a memoria oltre che non stancarsi
    ancora di vederci i sui film

  2. Grande mito!
    La cosa sconvolgente è vederlo in TV qui in Germania mentre recita le sue battute in tedesco! 😐

    Un saluto! 🙂

  3. ancora oggi quando rivedo uno dei suoi film anche se conosco le battute a memoria mi ammazzo dalle risate, ogni volta che incrocio un parlamentare mi verrebbe da dirgli: onorevole….. a chi????!!!
    quando Alex faceva le elementari ha imparato a memoria e recitato a livella… troppo forte

I commenti sono chiusi