Bella ‘mbriana

Non so bene come dirlo. Ma un vecchio fan, quale io sono, deve ammetterlo. Ammainare la bandiera.
E va bene, confessiamolo definitivamente e non ne parliamo più.
L’ultimo album di Pino Daniele è quanto di più moscio, brutto e noioso io abbia mai ascoltato negli ultimi tempi mentre lui (l’ex re del blues, il fu per noi ‘o zio Pinuccio) si è trasformato in una maschera boriosa che non si può più sopportare.
Ecco l’ho detto.
Adieu Mr. Daniele.

technorati tags: ,

11 pensieri riguardo “Bella ‘mbriana

  1. Il nuovo album non l’ho sentito e non lo sentirà, come il penultimo e come quello prima del penultimo.

    Dopo Mascalzone Latino c’è ben poco da salvare della sua produzione artistica. Forse qualcosa da Che Dio Ti Benedica (“Sicily”) e poco altro.

    Ma d’altra parte cosa gli si vuole rimproverare? Continua a fare il suo mestiere in modo onesto, ma di certo non è possibile chiedergli di sfornare un’altra Terra Mia.
    L’urgenza di comunicare che sentiva allora probabilmente non c’è più. E forse è anche giusto così.

    Ci vorrebbe un altro Pino, più giovane e credibile, che dia di nuovo voce a Napoli, così rinnovata e così fottutamente uguale a se stessa.
    Così fottutamente uguale a quella Terra Mia di cui Pino cantava un po’ di anni fa

  2. >Dblk allora l’impressione (cattiva) non è stata soltanto mia? Tutto finisce, anche il genio che un tempo accompagnava alcuni di loro.

    chit ormai è un caso chiuso. A riprendersi, non c’è verso che accada.

    >lostforwords forse dipende dal fatto che non vogliono accettare di dover (poter) anche cambiare lavoro.
    Come tutti.

    >zefirina una delle ultime volte che l’ho ascoltato dal vivo, quel pensiero l’ho avuto anch’io… sai com’è, con i bypass che ha… :mrgreen:

    >Chiara la prima sta per:
    ma cosa ti importa, tanto peggio di così si muore (il senso è quello).
    Viceversa, la seconda è l’encomio dell’accidia:
    (ovvero non c’è alcun piacere, nemmeno ad andare “allegramente” a fare in c. per una sera letteralmente traducendo, eh).

    >kiara ha fatto grandi cose, il Pinuccio, gli abbiamo voluto un bene da pazzi, ma adesso non ci emoziona più.
    Un abbraccio.

  3. Io non vorrei infierire, chè so che a Napoli è considerato un Dio, ma anch’io negli ultimi anni lo trovo piuttosto esuberante..
    Resta comunque un grande artista.
    Baci.

  4. anche io gli ho detto addio, sono sempre andata ai suoi concerti, anche perchè con gli altri amici ci dicevamo che poteva essere l’ultimo visto il suo stato di salute (un po iettatori…) ma mo basta!!!

  5. Chissà, magari si ripiglia e il prossimo torna a fare quello che gli riesce meglio; mettere via schemi prefissati e target e suonare a braccio.
    Grazie della dritta comunque, risparmierà i soldi 😛

  6. E purtroppo devo confermare. Forse l’unica che si salva è back home. Forse. E ti capisco anche perchè la stessa cosa è successa per l’ultimo cd dei Queen, quello live con Paul Rodgers. No schifio. 🙁 Ciao, Dblk

  7. whitedog Pinuccio si è imbolsito, è triste, e compone della musica sonnolenta. Vasco, almeno, ha ancora tutta l’aria di divertirsi e di prendersi per il culo, il che non guasta.

  8. Anche io sono un vecchio fan di pino. Senti non lo so, io l’ultimo album non l’ho ancora sentito, dato il tuo commento credo scaricherà qualche brano prima di eventualmente comprarlo. Ad ogni modo il successo intacca la verve un po’ di tutti i grandi. Anche Vasco, un altro di cui sono grande fan, non ha più i testi “arrabbiati” di un tempo. Il fatto è che quando non hai più niente da dimostrare a nessuno e vendere è diventato troppo facile, inizia il declino che alla fine lascerà sopravvivere solo il tuo nome.
    Se vuoi leggere cose interessanti vieni a trovarmi
    Bau!

I commenti sono chiusi