E’ tempo di (ultimo giorno di settembre)

Il sole a settembre mi lascia vestire ancora leggera,
il fiume riposa negli argini aperti di questa distesa.
Tu mi dicevi che la verità  e la bellezza non fanno rumore.
Basta solo lasciarle salire, basta solo farle entrare.
E’ tempo di imparare a guardare.
E’ tempo di ripulire il pensiero.
E’ tempo di dominare il fuoco.
E’ tempo di ascoltare davvero.
L’amore a settembre mi ha fatto sentire ancora leggera.
Il giorno sprofonda nei solchi bruciati di questa distesa.
Tu lo sapevi che nessuna gioia nasce senza un dolore.
Basta solo farlo guarire, basta lasciarlo entrare.
E’ tempo di imparare a guardare.
E’ tempo di ripulire il pensiero.
E’ tempo di dominare il fuoco.
E’ tempo di ascoltare davvero.
E’ tempo di imparare a cadere.
E’ tempo di rinunciare al veleno.
E’ tempo di dominare il fuoco.
E’ tempo di ascoltare davvero.
L’amore a settembre mi ha fatto sentire ancora leggera.

[audio:http://www.fileden.com/files/2007/5/3/1043485/01%20-%20Settembre.mp3]

technorati tags: ,

5 pensieri riguardo “E’ tempo di (ultimo giorno di settembre)

  1. >chit e Patty contento che vi piaccia.

    >puntoeacapo con la vesuviana abbiamo chiuso. Era una storia di 13 anni, troppo stantia, ormai. Oggi è stata l’ultima volta che ci siamo visti.

    >elisewinfox grazie per la dritta. Sto provvedendo a procurarmelo. 😉

    Tempo fa riportai questo.

  2. Bella questa canzone 🙂

    Ti do un altro consiglio musicale, se non l’hai ancora ascoltato, c’è l’ultimo cd di Petra Magoni e Ferruccio Spinetti: Quam Dilecta.
    Poiché lei nasce come corista in un coro di una chiesa, questo è stato inciso per intero, appunto, in una chiesa.
    Lei ha, come al solito, una voce eccezionale! 😉

  3. bella… immagino che il luogo ideale dove ascoltarla sia un bel paesaggio dove lo sguardo si perde oltre l’orizzonte con il vento fresco di settembre che ti accarezza… com’è invece ascoltarla sulla calda ed odorosa circumvesuviana di Napoli?

I commenti sono chiusi