Nostalgia al gusto di meme

Alla fine ho accettato anch’io di sostenere le domande sul meme dal titolo: ma chi te l’ha fatto fare di stare qui, a popolare quella minuscola parte della rete? e a chiederlo, stavolta, è stato lui, Mr. Gidibao. Lo accontento subito, per la sua curiosità  e per la gioia del mio Ego, riflesso in questo posto lugubre che è diventato il mio blog, paragonabile solo ad una qualunque biblioteca medievale.

Ecco le mie risposte.

1. Chi o cosa ti ha spinto ad aprire un blog?
Una trasmissione radiofonica di qualche anno fa. Si intitolava “Ogni maledetta domenica” ed era condotta da due dei blogger più noti della rete: EmmeBi e Wittgenstein.

2. Il post di cui ti vergogni di più?
Quello in cui ho descritto, in maniera dettagliata, le perversioni di una mia ex (lo so che adesso andrete a ravanare nel mio archivio, l’ho scritto apposta, eh).

3. Il post di cui sei più fiero?
Tutti quelli scritti tra le 4 e le 5 del mattino, una vita fa. Una buona abitudine, secondo me, che però il medico mi ha sconsigliato di continuare a mettere in pratica. Solo perchè sono senza più entusiasmo ho deciso di seguire il suo verbo.

4. E tu, come sei diventato blogger?
Passo e chiudo.

technorati tags: , , , , , ,

7 pensieri riguardo “Nostalgia al gusto di meme

  1. >Alex la chiusa non era riferita al mio blog, ma solo alla indisponibilità, da parte mia, di dare vita ad un altro anello alla catena di nome meme.

    >titty lo sappiamo benissimo a chi attribuire una siffatta responsabilità. 🙂

    >Patty di motivazioni se ne possono trovare mille, o forse più.
    Mi auguro solo che non si dimentichi quella fondamentale: divertirsi scherzando anche sulle cose seriose. 😉

    >elisewinfox chi cerca, trova. :mrgreen:

    >sonia immagino di no, tu di me sai tutto. 😉

    >puntoeacapo e come non ricordarlo quel momento?
    Hai fatto bene a non opporre alcuna resistenza e a lanciarti in questa avventura (anche dopo la lunga pausa, eh). 🙂

  2. 1. Chi o cosa ti ha spinto ad aprire un blog?
    Chi?Il bibliotecario Dalianera mi ha illustrato questo mondo, cosa? La mia curiosità.

    2. Il post di cui ti vergogni di più?
    Non so, non ho una gran memoria, di certo uno dei più vecchi, quando mi capita di leggere o vedere cose fatte nel passato dopo un iniziale momento di tenerezza, inizio a notare errori, stupidate o altro. Non ho ancora trovato un centro di gravità permanente.

    3. Il post di cui sei più fiero?
    Quello che verrà nel futuro e qualcun’altro qui e la.

    4. E tu, come sei diventato blogger?
    Beh forse non lo sono diventato, non amo il senso di appartenenza a questa o a quella categoria, mi da un senso di costrizione. Comunque dato che non ho una gran memoria, ma mi affascinano le serie storiche, mi piacerebbe mantenere questa abitudine di scrivere qualcosa ogni tanto così da potere rivederle chissà magari tra 10 anni 20 anni.

  3. “le perversioni di una mia ex (lo so che adesso andrete a ravanare nel mio archivio, l’ho scritto apposta, eh).”
    un aiutino non ce lo dai? Che so, il tag… l’anno… il mese…
    tipregotipregotipregotiprego 😀

    Comunque:
    1) Me l’ha suggerito un amico, sentendo le mie sfighe sentimentali e come ironicamente le raccontavo mi disse:
    -Ma perché non scrivi un libro… anzi no, apriti un blog!-
    Ma il link di quel blog non lo lascio nemmeno sotto tortura! 😀

    2) Nessuno… ci sono ben altre cose di cui vergognarsi nella vita!
    3) Il prossimo che scriverà… c’è sempre da migliorarsi.
    4) Ma questa non dovrebbe essere la domanda d) Ti tocchi? 😛

  4. finalmente una somma facile facile
    bello scoprire le varie motivazioni,
    potremmo farci una specie di classifica
    la percentuale di quelli che…. per dimenticare una delusione amorosa
    la percentuale di quelli che…. io nel mio piccolo mi inc….
    la percentuale di quelli che…. volevo essere una blogstar
    la percentuale di quelli che….faccio finta che non mi interessi se non mi legge nessuno, ma se nessuno mi legge mi deprimo
    e….
    potremmo continuare

  5. ho aperto a gennaio del 2007 grazie a “lapilli” che mi ha convinto diciamo che non mi sono mai pentita di un post sennà non l’avrei scritto…e il post di cui vado più fiera è il primo…in cui facevo un saluto iniziale..!!

I commenti sono chiusi