L’ultimo dell’anno

E’ andata. Ho terminato, giustappunto oggi, un rapido trasloco. Sono fuori, in maniera definitiva, dal mio vecchio appartamento. Cambio casa. Nessuna emozione nel lasciare i muri che mi hanno tenuto compagnia per più di un anno. L’unico pensiero, mentre riempivo scatole e buste, è che adesso avrò più spazio per me (discreto vantaggio) ma, sospetto, ancora meno tempo per poterla frequentare, dovendo lavorare spesso in trasferta (inevitabile svantaggio). Ma tant’è.

Insomma: nuovo anno, nuova dimora.

technorati tags: , ,

6 pensieri riguardo “L’ultimo dell’anno

  1. Beh che dire, mai come nel tuo caso è necessario augurarti anno nuovo, casa nuova, ma soprattutto vita nuova e più serena!
    Auguroni a tutti!!!!

  2. Proprio il 31 mattina, durante la consueta passeggiata con la mia quadrupede, ho visto qualcuno che traslocava e mi sono domandata chi mai poteva fare un trasloco il 31 mattina.
    Romanticamente ho pensato che quel qualcuno voleva fare un gesto simbolico, tagliare definitivamente tutti i ponti con questo 2008, ma leggo che, quello che ho visto, non è stato l’unico a traslocare… e probabilmente, nel suo trasloco non c’era nulla di “simbolico”, anzi magari sto/a pevero/a cristo/a c’è stato costretto a traslocare proprio di 31…
    Buon anno nuovo! 🙂

I commenti sono chiusi