Roma caput mundi

MARATHON 2016
27) 10.04.2016 – XXII MARATONA DI ROMA – 3h29’15”

Li capisco, gli stranieri giunti nella Capitale. Vengono in tanti nella città eterna desiderosi di affrontare la distanza nel più bel teatro del mondo, fatto di storia, arte e antichità. La partenza con il Colosseo alle spalle dà i brividi e la carica al tempo stesso, e il passaggio accanto al Cupolone, è da cartolina di saluti.

La gara: e chi l’avrebbe mai detto che avrei corso accanto ad una leggenda del nostro sport? All’inizio, quando l’ho vista al rifornimento del 5° km, non credevo potesse essere vero che fosse lei, i dubbi mi attanagliavano. Ma quel passo, il tipo di tecnica di corsa, quella coda di cavallo oscillante, color biondo paglierino, l’immancabile fascia che le circodava la fronte, mi facevano ben sperare che fosse proprio lei. Con la stessa andatura per restar sotto le 3h30′ (andatura a 4’50″/km), mi sono accodato al suo gruppo e subito mi son detto: se è lei, arrivo al traguardo con una campionessa; ma sai che bello vedere le foto, sulla finish line lungo i Fori Imperiali, con una fantastica atleta? Sto parlando della vincitrice della Maratona di New York del 1998 (2:25:17, record italiano)(lo stesso anno vinse anche Roma in 2:28.12).

tags: